Che il SEO sia un canale essenziale per il marketing, è cosa nota. Tuttavia non sempre le imprese e i team sono abbastanza grandi per poter disporre di una persona specializzata in SEO nel loro team. In questo caso, se non sei uno specialista di SEO o se hai poca esperienza, però riconosci l’importanza del SEO per attrarre visite e transazioni sulla tua web, leggi questa guida compatta con i punti chiave per migliorare il SEO del tuo eCommerce.

#1 Contenuto

L'importanza delle keywordsLa base: usare parole chiave (keywords) e ottimizzare URLs, titoli, meta-descrizioni, immagini e descrizioni di prodotto. Una URL e un titolo ben ottimizzati sono molto importanti per il buon posizionamento- crea URL più corte possibile, evita usare n4m3ri e non usare MAIUSCOLE. Anche se le meta descrizioni ottimizzate e la call-to-action aiuta a aumentare la tassa di click (CTR) e per tanto influisce indirettamente nel ranking.

Ottimizzare le immagini aggiungendovi dei nomi e alt texts ottimizzati aiuta a ottenere un migliore posizionamento. Descrizioni di prodotto ben ottimizzate ti potranno aiutare a posizionare le keywords di nicchia. Ancora meglio se puoi creare descrizioni utili e originali ( a parte aggiungere valore all’esperienza di acquisto dell’utente, ti eviteranno futuri problemi a causa del contenuto duplicato.

Aggiungi link interniAggiungi link interni: è fondamentale linkare le tue pagine web internamente- cerca di creare link rilevanti e utili ad altre pagine del tuo sito che contengano contenuti affini.

Creare nuovi contenuti: i motori di ricerca danno maggiore valore al contenuto fresco e attuale pero’ molte volte ci troviamo di fronte al dubbio di come crearlo. Avere un blog con contenuto attualizzato e di qualità per l’utente, aiuta a attrarre link alla web (e ti apporterà maggiore valore se il blog si trova sotto lo stesso dominio del tuo site).

D’altro lato puoi aggiungere contenuti alla tue pagine di prodotto se permetti ai tuoi utenti che pubblichino commenti ai prodotti. In questo modo è lo stesso utente che genera contenuto.

#2 Disegno

Design responsive. Date le percentuali di utenti che comprano tramite il telefono, oggi giorno avere un sito design responsive o una web adattata alle piattaforme mobile è obbligatorio.

#3 Navigabilità/User Experience

Includere i prodotti dentro alle categorie, offrire informazione addizionale sui prodotti o suggerire prodotti relazionati con il prodotto in questione, è molto importante per migliorare l’esperienza dell’utente.

Introdurre recensioni di prodotto e punteggi è molto utile per gli utenti e influisce sulle decisioni di acquisto, oltre a generare continuamente contenuto attualizzato nella tua web.

Crea un sistema di email per chiedere ai tuoi utenti una recesione e se non ricevi molte recensioni considera l’ipotesi di inviare codici sconto per i prossimi acquisti in cambio del commento dell’utente. Non preoccuparti troppo se alcuni commenti sono negativi perché questo trasmette agli utenti l’idea di maggiore trasparenza e veridicità. Una pagina piena di commenti positivi genera sempre un po’ di diffidenza.

Migliorare la user experience

#4 Tecnico

Assicurati che la pagina non impieghi troppo tempo al caricarsi. Ci sono vari fattori che aiutano il caricamento della pagina. Google ti suggerisce su questo link alcuni provvedimenti che puoi prendere per migliorare il tempo di caricamento sulla tua web, tanto su mobile come su desktop.

Aggiungi micro dataAggiungi micro dati. Puoi creare una sorta di “segnalibro” dei prodotti, delle immagini, dei video, degli eventi e dei punteggi dei prodotti in modo che appaiano nella ricerca insieme all’informazione sulla tua pagina (a parte aumentare il CTR, al fare in modo che il tuo estratto occupi più spazio sulla pagina dei risultati, allontani anche i risultati del tuo concorrente al quale non puoi smettere di pensare!).

Opzioni di ricerca: aggiungi un piccolo box di ricerca sulla tua web. Anche se credi che tutto il contenuto sia facilmente navigabile, ci sono utenti che possono non aver trovato il contenuto che cercavano e semplicemente preferiscano usare un piccolo motore di ricerca interno invece che cercare nel menu. Usa anche i risultati del motore di ricerca a tuo favore: scopri quali sono i termini più ricercati e assicurati che tu possa offrire questo prodotto o renderlo più visibile nelle pagine del tuo site.

Contenuto duplicato: aggiungi tag canonical nelle tue pagine di prodotto uguali in modo che Google non ti penalizzi per aver pubblicato contenuto duplicato. È molto comune in un eCommerce che uno stesso prodotto sia presente in più di una categoria. In questo caso applica un tag a queste pagine- questo indicherà a Google quale pagina è la principale e quali sono le secondarie. Puoi trovare maggiori informazioni sull’uso delle URL canoniche in questo articolo di Google.

#5 Struttura

“Bread crumbs” o “briciole di pane”: servono per fare in modo che l’utente possa navigare più facilmente tra le varie pagine. Introdurre “bread crumbs”, oltre a facilitare la navigazione nella pagina, aiuta a creare link interni e aumentare il tempo che gli utenti passano sulla tua web.

Motori di ricerca e bread crumbs

Link interni: dalla pagina principale alle pagine di categoria e dalle pagine di categoria alle pagine di prodotto. Potrai aggiungere link tra prodotti e categorie che siano rilevanti per determinate pagine come quelle di prodotti simili o affini.

Struttura delle pagine: puoi includere vari livelli però l’ideale sarebbe che le pagine più importanti si trovino a soli 3 clicks dalla pagina principale (per esempio: Pagine di categoria> Sotto categoria> Prodotto).

Pagine di prodotto che non esistono: non ti preoccupare di cancellarla. L’ideale è che queste pagine rimangano attive. Aggiungi informazione sulla disponibilità in stock, aggiungi l’opzione di ricevere un avviso quando il prodotto sia di nuovo disponibile in stock, o se il prodotto è del catalogo anteriore e non verrà più prodotto, suggerisci prodotti simili che possano interessare all’utente. In questo ultimo caso, se credi che la pagina non sia interessante per i futuri utenti e no apporterà valore a altre pagine potrai ridirigerla a un’altra pagina (come per esempio la pagina di categoria).

Questa è la checklist di punti che considero fondamentali per il buon funzionamento del SEO su un eCommerce. Ho iniziato con i contenuti perché normalmente sono hanno la relazione più diretta con il posizionamento della parole chiave. È anche vero che, quasi sempre, il contenuto è la parte più facilmente accessibile e migliorabile. Tutti gli altri aspetti tecnici, di disegno o di usabilità possono essere più difficile da cambiare in quanto implicano il lavoro di altri dipartimenti, però dovremmo sempre insistere su questi punti. Non sono sufficienti contenuti buoni e ben ottimizzati per attrarre traffico SEO, gli aspetti tecnici e le metriche di engagment contribuiscono sempre di più a raggiungere questo obbiettivo.


Registrati ora Packlink PRO!