Stai pensando di diventare un lavoratore autonomo nel commercio online? O hai già osato fare questo passo e ora stai pianificando un inizio internazionale? In ogni caso, dovrai affrontare la decisione di gestire il tuo negozio web o vendere i tuoi prodotti attraverso uno o più marketplaces online come Amazon o eBay. In questo articolo ti spieghiamo quali considerazioni dovresti fare e come i mercati possono aiutarti a preparare il passaggio al tuo negozio web.

Non sottovalutare i rischi di avere il tuo negozio web

Essere indipendenti con il proprio negozio sin è un’idea allettante, ma comporta rischi e spese non trascurabili. Per prima cosa, devi optare per un software del negozio per gestire il tuo negozio e noleggiarlo o acquistarlo. Se non si disponi delle competenze informatiche necessarie, dovrai considerare i conti con spese aggiuntive per l’impostazione del negozio, del design del negozio e dei server. Inoltre, è necessario occuparsi dell’elaborazione dei pagamenti nel proprio negozio e nel servizio clienti.

Una volta che il negozio è pronto, ci vorranno ancora alcuni mesi o addirittura anni perché un numero sufficiente di clienti conosca direttamente il tuo negozio. Ti possono essere utili misure di marketing mirate, il che però significa più costi. Potrebbero essere necessari diversi anni per gestire un web shop proficuo.

In contrasto con gli alti investimenti che si verificano nella creazione del proprio negozio web, i costi di avviamento quando si vendono attraverso un mercato sono bassi. Come venditore si utilizza un’infrastruttura virtuale di un operatore. L’impostazione di un account venditore viene in genere eseguita in pochi minuti. In cambio dell’utilizzo della piattaforma si paga una commissione per articolo venduto e talvolta una tariffa mensile. In generale, i costi sono gestibili e facili da pianificare.

Utilizzare i mercati come strumento di ricerca di mercato

Una buona idea di business non è garanzia di successo nel business online altamente competitivo. E non importa quanto possa sembrare valido il tuo business plan sulla carta, il mercato reale è spesso imprevedibile. I marketplace online offrono la piattaforma ideale per testare i tuoi prodotti rapidamente e con rischi gestibili in condizioni reali di mercato. Beneficerai di un’immagine di marca consolidata e di una base clienti del fornitore, che non potresti mai raggiungere con il tuo negozio. Quindi cogli l’occasione per fare quanti più test possibili. Ogni successo e fallimento ti aiuteranno a specificare la tua strategia.

Perché non dovresti limitarti ai mercati a lungo termine

Se hai creato un account venditore su Amazon, eBay o uno dei tanti altri mercati e la vendita e sta funzionando bene, non ti sembrerà una buona idea aprire un tuo personale online store. È bene ricordare però che per i clienti di Amazon, per esempio, rimarrai solo una terza parte anonima: costruire il tuo marchio e possedere una base di clienti è estremamente difficile all’interno di un marketplace. Dopo aver testato i tuoi prodotti per un po’ sui mercati, non dovresti esitare troppo a creare il tuo negozio con il tuo profilo personale. Oltre alla mancanza dell’immagine del marchio, ci sono una serie di altri svantaggi quando si vendono attraverso i marketplaces: il margine di profitto è solitamente molto scarso a causa delle commissioni da pagare. Inoltre, c’è un’enorme concorrenza, con alcuni venditori che accettano persino margini negativi per prevalere.

Conclusione: i mercati online sono un’opzione relativamente semplice e a basso rischio per iniziare con l’e-commerce o espandere la tua attività sui mercati esteri. Una volta acquisita sufficiente esperienza una strategia è solida, dovresti prendere in considerazione la possibilità di creare il tuo negozio online a medio e lungo termine. Ciò ti renderà indipendente dai grandi mercati, costruirà la tua base di clienti e, a lungo termine, fornirà margini di profitto sani.


Registrati ora Packlink PRO!